SE AMI L’ARTE E CERCHI LUOGHI CHE ISPIRANO LA VITA QUOTIDIANA: WALKER EVANS a Palazzo Magnani E 2 LOCALI DI CUCINA ETNICA, A REGGIO EMILIA.

WALKER EVANS. Anonymous. Palazzo Magnani, Reggio Emilia dal 7 maggio – 10 luglio 2016. Due mostre_ oltre 200 fotografie, magazine, edizioni rare e documenti_. La mostra a cura di David Campany, Jean-Paul Deridder e Sam Stourdzé arriva a Palazzo Magnani in anteprima nazionale dopo le tappe europee di Arles e Bruxelles.

Walker Evans, importante precursore della fotografia moderna, dell’editing, della scrittura e del design grafico crea una profonda connessione e complementarietà tra le sue immagini fotografiche e i testi degli articoli.

La mia attenzione si è concentrata su quell’Evans che fotografava anonimi cittadini, creando immagini dirette e frontali, con uno stile austero, chiaro e semplice, privo di ogni forma di idealismo romantico. Là dove i mass media promuovevano il consumismo, Evans indagava gli americani attraverso un’immagine documentaria pulita e silenziosa con la sua traduzione soggettiva e la sua interpretazione poetica.

Lavorò per Fortune, Harper’s Bazaar non esclusivamente come fotografo ma seguendo l’intero processo che conduceva alla pubblicazione delle sue immagini. Spesso sceglieva il tema, scriveva i testi, selezionava le foto e curava l’impaginazione grafica, prediligendo il bianco e nero.

Gli scatti nella metropolitana di New York a breve distanza, passeggeri “inconsapevoli” seduti di fronte a lui, immersi nei loro pensieri, – armato di una fotocamera Contax, formato 35 mm nascosta, con il solo obiettivo che spuntava da sotto il cappotto, la cui corda serpeggiava giù la manica nel palmo della sua mano -, per scattare in modo sicuro, chiese all’amica e collega fotografa Helen Levitt di unirsi a lui in modo che la sua attività fosse meno evidente all’interno del vagone. In questo modo Evans catturò le persone immerse nella conversazione, la lettura o apparentemente perse nei propri pensieri o stati d’animo, restituendoci ritratti veramente “unposed”.

Le immagini di sapore amatoriale sono una straordinaria celebrazione della vita quotidiana e diffondono un suo “contro-commento” alla società americana e ai suoi valori, una sorta di “resistenza culturale”. Ovviamente, la carrellata d’immagini che ho scelto, tra i tantissimi ritratti, è di donne.

Ho selezionato 2 posti dove mangiare a Reggio Emilia, se visitate la città e le mostre:

Per il brunch, il luogo perfetto è

Alhambra Gastronomia arabo-andalusa (via Franchetti 1/B)

Si trova in centro, si mangiano ottimi felafel e börek assieme agli stuzzichini della tradizione medio orientale che la proprietaria prepara ogni giorno e che sono davvero gustosi. Il locale non è un ristorante ma è un posto adatto a un brunch veloce, è gestito dal signor Jamal e sua moglie, l’interno ha dettagli che rimandano alla tradizione decorativa arabo-andalusa tradizionale.  Buon appetito!‏

Nell’anno della scimmia, per cenare il luogo perfetto è

Puro Blanco | Japanese Restaurant (Via Antonio Gramsci 45)

Posizione comoda e vicina all’autostrada. Vi accoglie un grande Buddha che introduce, in chiave fusion, i classici della cucina orientale. Ha la formula AllYouCanEat oppure il menù alla carta. I piatti di sushi e pesce sono buoni, il servizio è velocissimo, grazie al sistema di ordinazione per codici che riduce le difficoltà di pronuncia delle pietanze. Ambiente intimo nel giardino Zen e ricercato per mangiare in modo tradizionale, nella sala Tatami. E’ possibile cenare al bancone del Sushi Bar dove si può godere del rituale della preparazione dei cibi. Ricordatevi di prenotare, soprattutto per il weekend.  I miei piatti preferiti sono i noodles!

在猴年,是用餐的理想场所 普罗布兰科|日本料理(通过葛兰西45 ) 舒适,靠近高速公路。欢迎大菩萨其介绍,在融合的关键,东方美食经典。 AllYouCanEat具有式或点菜菜单。寿司和鱼类菜肴都不错,服务快,这要归功于码订购系统,减少菜肴发音的难度。在禅意花园温馨的环境,并试图以传统的方式吃,在榻榻米的房间。 E’可以在寿司吧,你可以享受准备食物的仪式的柜台用餐。记住预定,尤其是周末。我最喜欢的菜是拉面!

 

All photo credits:  https://www.moma.org/…/walker-evans-subway-portraits-1938:  Passenger, New York 1938 (Silver gelatin photograph)_Pinterest_Inspired  Musica: I Just Want Your Body di  HOT FICTION

 

 

DISCLAIMER  – Alcune immagini inserite in questo blog sono tratte da Internet e, pertanto, sono state ritenute in buona fede di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via e-mail (marynellacav@gmail.com) per provvedere alla conseguente rimozione o modifica.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *