SUN & PIEDI

Estate calda, piedi nudi dentro sandali o ciabatte, ballerine o scarpe tecniche, l’estate è la stagione dei piedi!

Guardando i piedi di chi si affretta ogni giorno in ufficio, magari due passi avanti a me, rifletto che un esame generale prima di mostrarli sarebbe indispensabile, piuttosto scarpe chiuse.

Prima di infilare i sandali guarderò sempre se la pelle dei piedi è ispessita, ruvida, se i talloni mostrano profondi solchi, se le caviglie sono gonfie e le dita dei piedi sono screpolate o arrossate e infine se lo smalto ha bisogno di essere rinfrescato.

Se a questo controllo la risposta è si, prima di uscire immergerò i piedi in una bacinella d’acqua calda con dei sali emollienti o dell’economico sale marino, li terrò a mollo per una quindicina di minuti circa, in questo modo ammorbidirò la pelle e le unghie, potrò approfittarne per rilassarmi in silenzio oppure leggerò o ascolterò della buona musica e terminato il pediluvio asciugherò i piedi con un asciugamano soffice e tamponerò la pelle, mantenendola leggermente umida.

A questo punto, con l’aiuto della pietra pomice (vecchio e utilissimo strumento), inizierò a strofinare, con mano leggera, i talloni e tutte le parti in cui la pelle è più secca, disidratata e ruvida.

Così facendo, eliminerò la parte morta e potrò procedere con un rigenerante massaggio, partendo dai talloni fino alla punta delle dita.

Per farlo, utilizzerò una crema emolliente specifica, il sollievo sarà immediato.

Il massaggio servirà a rilassarmi e nel frattempo a sviluppare l’azione dei principi della crema, provare per credere!

Non dimenticherò di strofinare e passare la crema anche nello spazio tra le varie dita, è una zona che facilmente si secca.

A questo punto i piedi sono pronti: puliti, curati e massaggiati. Basta questa “manutenzione” per non trascurarli e per uscire veramente al top.

Una beauty routine perfetta, in aggiunta, prevede lo scrub da massaggiare sul dorso, il piede e la caviglia e una volta al mese una maschera.  Per le BellemaiBanali amanti della tecnologia invece esistono piccoli dispositivi per la cura e il benessere dei piedi, acquistabili nella catene dei supermercati o delle profumerie.

Essere ben vestite, truccate e pettinate ma avere i piedi con ragadi e talloni neri non è molto chic ma soprattutto fornisce l’idea, a chi ci guarda, di una pulizia personale sommaria e superficiale!

Se l’idea di preparare un pediluvio vi sembra una perdita di tempo quando fate la doccia, si può massaggiare una crema emolliente. Questa è una soluzione economica ed easy.

Ancora dubbi sulla beauty routine ideale? C’è il sito di Bastien Gonzalez (www.bastiengonzalez.com), notissimo podologo e pedicurist francese.

Invece a Milano e nell’hinterland c’è il “Pinky Nails on the road”, un nuovo servizio a domicilio se si ha bisogno di rinfrescare lo smalto, si manda un messaggio (anche via Whatsapp), si prenota giorno, ora e luogo, ci si trova all’appuntamento. Tutto avviene all’interno del furgone, a norma. Non sono fatte manicure e pedicure, ma sono solo sistemate le unghie con prodotti monouso (e senza utilizzo di acqua) prima di mettere lo smalto.

 

 

Credits:  Ispirazioni Pinterest, EsteticaGioia, Abracadraistanbul, Aoepesdeclara.

 

 

DISCLAIMER  – Alcune immagini inserite in questo blog sono tratte da Internet e, pertanto, sono state ritenute in buona fede di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via e-mail (marynellacav@gmail.com) per provvedere alla conseguente rimozione o modifica

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *